giovedì 18 ottobre 2007

6 - rotolando dalle scale alla moviola


Bam bam Bam bam Bam bam
così velocemente veniamo scorporati
scartati,aggiustati,consumati
così velocemente partoriti
da donne che subito dopo muoiono
che ci sembra di rotolare dalle scale
insieme alla felicità

Oh, doutor, tem que me ajudar
Eu tф com dor, nгo sei doutor, no que vai dar
Oh, doutor, tem que me ajudar
Eu tф com dor, nгo sei doutor, no que vai dar
veloci serate,rapide ombre
ininterrotto vomito di diamanti
dalle viscere della terra
e sangue nero
di ragazzi fuggiti da casa
su treni spaziali verso nuove lune

Desci pro asfalto
Subi na vida, e depois vi
Que a intenзгo da autoridade
Nгo resume nada aqui
Desci pro asfalto
Subi na vida, e depois vi
Que a intenзгo da autoridade
bam,bam,bam,bam,bam,bam,bam...
l’esempio giustifica,l’esempio sputa
in serate ideali,tacite tempeste
e ragazzi logici-infelici
ammantati d’umori sgraduati
impugnando pistole,feriti nel cuore
ma veloci d’innaturali orgasmi :
“più ci si capisce e più
ci si stanca l’uno dell’altro”

Nгo resume nada aqui
Aqui estou
Sua licenзa para aproxegar
Cк me desculpe mas eu vou falar
Sou nordestino, honesto, trabalhador
Com oito bocas para sustentar
E a nкga disse
Tem mais um pra chegar
Subi o morro onde sou morador
è un sottofondo,una canzone
o una messa nera se preferisci
io preferisco intentare
densi grumi di sangue,poesie
racconti veloci,lampi,riflessi
la febbre di cavalli infernali,io
non percorro alcuna strada
e farnetico l’impossibile
nell’oscuramento idilliaco
del dolore di me – la felicità

Mгo na cabeзa, encosta pra lб
Fйlix Pacheco nгo adiantou
Nгo tenho culpa se por lб rolou
De madrugada rolou bam bam bam
De madrugada rolou bam bam bam bam
De madrugada rolou bam bam bam
De madrugada rolou bam bam bam bambam,
bam,bam,bam,bam,bam,bam...
matassa ingarbugliata
il pensiero senza sentiero
che rigira nell’incertezza
sbrilluccicanti squame schierate
ripulite dai parassiti della dolcezza:
“più ci si capisce e più
ci si vorrebbe massacrare”

Eu vou, vou voltar pro meu sertгo
Pois aqui nгo
fico, nгoQuero mais que бgua pra viver
Descobri um caminho de ilusгo
Conterrвneo coraзгo
Nesta terra nгo quer mais sofrer
Eu vou, vou voltar pro meu sertгo
Pois aqui nгo fico, nгo
Quero mais que бgua pra viver
Descobri um caminho de ilusгo
Conterrвneo coraзгo
Nesta terra nгo quer mais sofrer
Bam bam Bam bam Bam bam
così velocemente veniamo scorporati
scartati,aggiustati,consumati
così velocemente partoriti
da donne che subito dopo muoiono
che ci sembra di rotolare dalle scale
insieme alla felicità

Oh, doutor, tem que me ajudar
Eu tф com dor, nгo sei doutor, no que vai dar
Oh, doutor, tem que me ajudar
Eu tф com dor, nгo sei doutor, no que vai dar (bam bam)
Lб vem promessa do planalto central (bam bam)
Tanta conversa e a gente sem comer (bam bam)
Currais Novos, Talo Seco, Manguezal (bam bam)
Balbuciar de economкs pra te envolver (bam bam)
l’insofferenza degli ubriachi
che singhiozzano dai canali
sono freddi scheletri di dogmi
che armati di tenaglie
strappano le ali dorate
dalle schiene di ragazzi-eroi
eroi-mongoloidi-ragazzi-imbecilli
deformi mosche sulla linea retta
che dalla vita porta alla noia
velocemente,velocemente,velocemente
bam,bam,bam,bam,bam,bam,bam...
velocemente,velocemente,velocemente
così velocemente
che ci sembra di rotolare dalle scale
insieme alla felicità


5 commenti:

kurtz ha detto...

ti trovo più attivo in questa nuova casa... sempre eccellente ed appassionante... un saluto...

dawoR*** ha detto...

sì è vero,vado a periodi e questo è un periodo di grandi intenzioni
:) dawoR***

specchio ha detto...

Creatività ed efficacia + immagini molto significative un bell'insieme. Complimenti!

roquentin ha detto...

Ciao! Grazie per la visita, e complimenti anche a te per il tuo blog!! Continua così con le tue grandi intenzioni!
A presto
Roquentin

visionidiblimunda ha detto...

Scrivi benissimo caro Dawor, sei davvero una piacevole sorpresa. Ho visitato anche il tuo vecchio blog e ti linko subito. Un caro saluto, VdB:)