domenica 4 gennaio 2009

56 - Petra



guidare con la lingua tra i denti
fino a Caorle di notte
coi cavalli che sbavano
rallentati da elefanti e dinosauri
in virtù dell’intasata immanenza
della volontà autostradale
così modernamente rappresentata
da interminabili colonne di camion

di quella cittadina mi piacciono gli scogli intarsiati
ed il vuoto ostile mirante alla semplicità
dei posti di mare in inverno
l’odore di spegnimenti sequenziali
una certa dolcezza salata
ad amplificare il tono icastico
delle viuzze e dei volti dei vecchi

un verme percorre i cunicoli del mio cuore
lì vicino abitava uno spiritello,un tempo
che sfidava gli incidenti agli incroci
e si lasciava toccare e voleva
ad ogni costo si passasse con il rosso
tra gli argini spauriti

anche da quelle parti ho lasciato brandelli e spermi
lanciato petardi nel canale
illuminato coi fari dell’auto
vicoli a fondo cieco alle 4 del mattino
sfidato le convenzioni,la chiesa,i carabinieri
e un nonno sindaco del paese
costituente di per sé
un universo ordinato ed intero

a zigzag nella nebbia
drogato dall’uso eccessivo
dei puntini sospensivi
schivando elfi e folletti
ed ossuti neri cani giganti e tristi
che ricordo d’aver visto anni prima
scolpiti su delle pietre tombali
avrei mirato all’assoluto
oppure al nulla – prima di morire

e che altro ?

c’erano case intrecciate con fili d’erba e saliva
poggiate su isolotti di sterco
che fluttuavano nella laguna
gobbi uccelli dalle zampe lunghissime
branzini che di notte saltavano nel cerchio della luna
ricadendo pesantemente sulla superficie marina
che ogni cosa inghiotte
pur senza spezzarne l’equilibrio
parabola in cui vita e morte
coincidono e quasi si scontrano

nemmeno i sassi più levigati
riuscivano a rimbalzarci sopra
per più di tre volte di fila
e la delusione era piacevole e tanta
mentre pescatori indigeni stavano tirando
una grossa rete nella gridata speranza
di poter in essa intrappolare
quanti più chili di guizzante senso estremo
ed io appoggiato pesantemente
al portone della chiesetta in fondo al molo
piantavo di nascosto dei chiodi rossi
nel sacro stoccafisso appeso
a quella visionaria densità epifanica
destinata comunque a finire

occhi di operai mi guardavano
da altissime impalcature
sferzate dalla salsedine
il paesaggio appariva incellophanato
da un’infinita pellicola trasparente
che immaginai messa in opera
da dispettose orde di uscocchi
arrivati dalla costa opponente

le cose dormivano,nel senso
che anche i lampioni russavano
una sfocata metallica materialità della parola
scoraggiandoti così dall’idea di conversarci

c’è della magia in ogni posto
ma alle volte credo di sentirla solo io
per quanto stanco
e con la gola amara e secca
che darei un rene per una mentina

prima e dopo non c’è nulla

41 commenti:

Kylie ha detto...

Caorle è un bel posto, anche d'inverno.
Un abbraccio

Vane ha detto...

wow è un bellissimo posto... speriamo questo sogno non finisca mai..

bacini^^

ha detto...

Caorle??
Santo cielo allora siamo vicini vicini!!!
Magari mentre vivevi la magia di Caorle c'ero anch'io lì con te ;)

dawoR*** ha detto...

kylie* : ha un suo fascino - che specialmente se mischiato ad altri ingredienti può degenerare / in realtà un proprio fascino lo hanno tutti quanti i posti del mondo

vane* : è già finito - ma tanto ne riprende ogni notte uno nuovo :)

°°* : certo che sì - certe menti adorano radunarsi in certe notti speciali... tutto è sogno !

:) dawoR***

sedemiuqse ha detto...

hola. antes y despues es ahora. y la nada no existe, no existe el vacío, si es vacio ya es algo.
Las traducciones no son muy buenas.
gracias por volver a mi blog
Besos y amor
je

dawoR*** ha detto...

sedemiuqse* : las traducciones son muy ...imaginativas

:) dawoR***

Angelika ha detto...

Dawor;-)

Non sono mai stata a Caorle, ma mi son forse persa qualcosa?!?! Eh si! Quanta poesia nelle tue parole, un pò come dare un morso ad una succosa mela rossa.;-) Ecco, il piacere delle piccole cose che non mentono e non ingannano, dove davvero "tutto puoi essere";-)))
Ti abbraccio, mio caro, certa che questi festosi giorni trascorsi siano stati, per te, magici e anche un po' surreali e se così non fosse davvero, beh, un posto dove stare noi lo troviamo sempre...;-)))
*A*

Angelika ha detto...

...c'è una città di questo mondo, ma così bella, ma così strana, che pare un gioco di fata morgana o una visione del cuor profondo.
Avviluppata in un roseo velo, sta con le sue chiese, palazzi, giardini, tutta sospesa tra due turchini, quello del mare, quello del cielo...

:-**

Anonimo ha detto...

basta camminare, continuare a camminare senza fermarsi ... Buon 2009 e successivi :-) io.libera

dawoR*** ha detto...

angelika* : quel lungo molo con le pietre scolpite e la chiesetta in fondo è qualcosa di meraviglioso - passeggiarci in armonia con un'altra persona poi - è fantastico! ...certo che venezia è venezia,però

io.libera* : sì - è una delle mie attività preferite,meglio che correre,molto meglio

:) dawoR***

zoé ha detto...

... bellissimo spazio il tuo .. complimenti ;) Zoe.

Anonimo ha detto...

quindi di indizi (guarda quante D) ne posso trovare tanti se decidessi di pedinarti...
ah ecco perché: sei Dawor***

diotima47

loreley ha detto...

Sarà che dopo l'incidente "sfidato" mi sento più epifanica che mai, concordo pienamente sul fatto che sentire i lampioni russare e dialogare in un modo così personale con la propria personalissima realtà esteriore e soprattutto interiore sia davvero il tutto.
Pazienza se la gola è secca. Il mondo pullula di mentine. Se ti chini a coglierle, le trovi anche sul ciglio della strada.:-)
Un bacio

Desy ha detto...

Particolare ma molto bella!!

Grazie della visita a presto!!

violacolor ha detto...

come prima e dopo nn c e nulla ?? .)
buon anno NO anzi buon futuro violacolor

Anonimo ha detto...

Come sempre molto intrigante il tuo modo di comporre versi
Buon 2009:-))
http://specchio.ilcannocchiale.it

ivy phoenix ha detto...

che tuffo nel passato..
anche io ero di casa in altri posti.. abbazia per gli zii, fiume per i cugini e krk per parentado e amicizie varie.. quando vivevo quelle estati, mai avrei pensato che ci sarei tornata indietro con la memoria.. da ragazzi c'è solo il presente. era impossibile vedermi, nel futuro a ricordare..
da giovani si crede nel presente eterno. poi si scopre che il tempo è un gorgo che inghiotte tutto e tutti e sempre più veloce e la nostalgia diventa tristezza. avresti voluto tenerti la compagnia che avevi, gli amici, i parenti.. ma muoiono, invecchiano, si sposano e vanno via o non si fanno più sentire.. e solo perchè passa il tempo.
un pezzo del tuo passato in questa poesia

andreapac ha detto...

Ogni luogo è magico.Bello come concetto, guardando i paesaggi che corrono dinanzi a noi andando in macchina.Ora presepi ora intrecci di civiltà, ora distese piatte piene di brina e neve.Tra qualche mese saranno verdi campagne, la magia fatta realtà dall'andare delle stagioni.Bello.

dawoR*** ha detto...

zoé* : grazie – torna ancora :)

diotima47* : solo un folle troverebbe interessante pedinarmi –... tanto con me si va a finire sempre in strani luoghi solitari

loreley* : oggi siamo tutti “epifanici”

desy* : grazie mille !

:) dawoR***

dawoR*** ha detto...

violacolor* : ah,già,dimenticavo : anche in mezzo non c’è nulla :)

specchio* : come sempre molto gentili le tue parole – grazie davvero

ivy* : che bella krk,anche se frequento di più rab – posti incantevoli – estati piene / il tempo non consente tristezze,se ci pensi sei vivo e se sei vivo ci puoi pensare...

andrea* : poi la macchina, quanto più spesso possibile, bisognerebbe parcheggiarla e proseguire a piedi per fare in modo che la magia possa inglobarti del tutto

:) dawoR***

-Alessia- ha detto...

Spesso quando sono in riva al mare la sento la magia che hai descritto.E' una magia strana.Qualsiasi sia il mio umore,qualsiasi sapore io abbia in bocca,se quello del fiele o quello dolce e vellutato dell'amore,se quello aspro della rabbia o effimero e fresco della speranza..qualsiasi demone o angelo porti con me sulla riva del mare ecco che esso è come se iniziasse a parlarmi.Quella magia,quella comunione..non ha importanza se il paesaggio è "incelofanato"da una cortina di tristezza,se il sole risplende ed illumina l'acqua..lì,in quel momento avviene sempre quella magia.

Raramente mi capita di vivere la stessa magia in altri posti.
Diciamo che solo alcuni luoghi sono i templi delle nostre emozioni..tenebrose o luminose.

Un bacio
-Ale-

dawoR*** ha detto...

alessia* : il mare è un grandissimo illusionista !

:) dawoR***

cristiana ha detto...

Immagino che si possano trovare libri con le tue poesie.Dove posso trovarli?
Sei tu che mi hai lasciato Mèlnibone'?
Se si,ti ringrazio
Cristiana

Maraptica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maraptica ha detto...

Volevo lasciarti un link che non riesco a postare, devo ancora capire il perchè... Cose orribile che abbiamo già visto, ma dobbiamo piangerci ancora un pò su amico mio. Un bacio

dawoR*** ha detto...

cristiana* : non ho ancora pubblicato niente di mio (troppo pigro e sfiduciato) - comunque in primavera uscirà il mio primo romanzo (ti avviserò),ma sarà una lettura destinata a pochissimi / non ho postato nulla sul tuo blog,per il semplice fatto della registrazione obbligatoria - ti avevo già detto come la penso al proposito - però lo seguo sempre (e volentieri)

maraptica* : credimi - ne ho viste di schifose porcherie (perpetrate in nome della scienza o del business) da non crederci - anche se linkavi non ci sarei andato , ma verso volentieri (e sulla fiducia) insieme a te le mie lacrime -

:) dawoR***

Enigma ha detto...

Ricambio il sorriso=)
Bellissimo blog... tornerò presto a trovarti!!
^^

desaparecida ha detto...

certi posti sono meravigliosi,ma bisogna avere degli occhi magici non per guardarli ma per condividerli!

Un abbraccio :)

ilMaLe ha detto...

Mi sono perso nei meandri rustici di questi versi.
Complimenti

Calliope ha detto...

Mi piace tutta ma il penultimo verso..è forte..troppo forte, disumano.
In ogni posto c'è una magia ma solo per chi riesce a sentirla.
buona serata Dawor, ti offro un pacco di mentine.
(ho capito il senso estremo per rendere l'idea che simile posto magico ti ha dato, togliendoti il fiato ^_^)

Calliope ha detto...

Hai cambiato avatar..stanco di ruggire? ^_^
Adesso sei imbizzarrito o mi sbaglio??
Ciao indomabile.

Anonimo ha detto...

un saluto al volo
Carmen
ninetta.ilcannocchiale.it

Anonimo ha detto...

UN SALUTO ED UN SORRISO
Vivendolestelle

ivy phoenix ha detto...

salutino dawor

dawoR*** ha detto...

enigma* : grazie mille !

desaparecida* : condividere esatto,alle volte è possibile anche con se stessi ...

ilMale* : “meandri rustici” ...forte

calliope* : disumano come me :) forse alla ricerca di una forma animale completa

:) dawoR***

dawoR*** ha detto...

carmen* : grazie del passaggio

vivendole stelle* : innumerevoli sorrisi :)

ivy* : ciao mula !

:) dawoR***

strega Athena ha detto...

sensazioni
esaltate alla massima potenza
che si nutrono di se stesse

dawoR*** ha detto...

athena* : cavalli senza briglie - mai !

:) dawoR***

Stefi ha detto...

capitavo di qua per vedere da dove venisse il sorriso e trovo..beh, trovo un posto vicino a casa..uno scrigno di sabbia e amore..
non son riuscita a resistere..

dawoR*** ha detto...

stefi* : grazie del passaggio - torna ancora

:) dawoR***

alerts ha detto...

zhouzhiruo
zhaoming120
shuangshuang
guoxiang530
xingshi502